Rai Italia in America Latina

Quella che fino a qualche tempo fa si chiamava “Rai International”, chissà perché “International” semmai “Internazionale”, visto che pretende diffondere la lingua italiana nel mondo, adesso si chiama “RAI ITALIA”. Nuovo nome, stessa qualità, o meglio, identica  mediocrità.

Non è dato sapere se il programmista vive ancora negli anni ’60 o ’70. Certo è che quantità consistenti di tempo sono dedicate a spezzoni di vecchi programmi rai dove comparivano: Quartetto Cetra, Alberto Lupo, Nanni Loy, Vianello e Mondaini (giovani). Raffaella Carrà naturalmente ha sempre occupato posizioni privilegiate.

Senza nulla togliere a tutti questi personaggi, bisogna ammettere che appartengono al passato. Da cineteca, eventualmente utilizzabili per programmi storici. Invece li inseriscono quotidianamente in modo del tutto casuale. Sembrano proprio riempitivi.

Dobbiamo riempire 20 secondi? Ok ci mettiamo una barzelletta di Gino Bramieri che dura 30 secondi e la tagliamo ai 20. Poco importa se vi perdete il finale!

È vero che trasmettono anche programmi attuali come “Ballarò” e  “Annozero”, però gridano tutti come porci al macello che devi cambiare canale!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...