La cialtroneria

cialtrone” (“Persona volgare e spregevole, priva di correttezza”, DevotoOli).

cialtróne s. m. (f. –a) [etimo incerto]. – Persona volgare e spregevole, arrogante e poco seria, trasandata nell’operare, priva di serietà e correttezza nei rapporti personali, o che manca di parola nei rapporti di lavoro…  (dizionario treccani online)

n.m. [f. -a; pl.m. -i, f. -e] 1 persona volgare, vile, abietta 2 persona sciatta, trasandata, che non ha voglia di lavorare…  (dizionario De Agostini)

Tra le definizioni del sostantivo  “cialtrone” (ma perché sostantivo e non aggettivo tuttalpiù sostantivato) di tre tra i più riconosciuti dizionari della lingua italiana, quella del “dizionario treccani”, sembra interpretare meglio degli altri il significato comunemente inteso nella lingua parlata.

Tuttavia neppure la definizione del “treccani” sembra esprimere appieno il suo significato.

L’uso che noti giornalisti e scrittori contemporanei fanno del termine “cialtrone” è generalmente molto differente da quelle vecchie definizioni.

Lo usano riferendosi a persone arroganti, opportuniste, gridaiole,  astute, egocentriche, truffaldine,  che abusano delle posizioni raggiunte sia con capacità personali, sia con l’uso della propria e altrui cialtroneria. Individui che usano la propria cialtroneria per raggiungere obiettivi antisociali. Mai riferendosi alla sciatteria, trasandatezza e mancanza di voglia di lavorare. Infatti i cialtroni come oggi sono intesi, sono generalmente grandi lavoratori, buoni oratori e sempre ben curati nel parlare e nel vestire. In tutto questo l’intelligenza passa in secondo piano. Dopo l’astuzia.

Riferendoci a soggetti eletti per amministrare beni pubblici ai più alti livelli, lo fanno contro l’interesse pubblico. Riferendoci a soggetti che non essendo eletti, ma funzionari dello stato, pagati dalla collettività, agiscono ignorando i propri doveri di fedeltà alla nazione (quindi della società). Approfittano delle prerogative attribuitegli dalla propria posizione di servitori pubblici, per ingannare e truffare la gente comune che invece confida nella loro fedeltà.

Riepilogando, aggiungerei alla definizione di cialtrone, quando riferita a un politico, parlamentare, funzionario o semplice impiegato pubblico, i termini di infedele, truffatore e traditore (nel senso piu’ esteso del termine).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...