Ottanta / venti

Con buoni propositi e cattive azioni è cominciato un altro anno. Come tutti quelli passati. Niente di nuovo.

Quali sono i buoni propositi? Ognuno ha i propri. La maggioranza coincide con quelli della maggioranza, ma sono ipocriti. Alcuni sono molto personali, taluni sono innominabili, altri sono veri e propri attentati contro la propria o altrui serenità’. Dunque che hanno di buono?

Le cattive azioni, sono quelle che tutti vorremmo compiere ma solo alcuni lo possono. Sono quelle dei politici, dei burocrati, dei banchieri, dei finanzieri e del clero.

Il noto ottanta-venti, è forse una delle poche affermazioni incontestabili della statistica: il 20% della popolazione possiede l’80% della ricchezza, l’80% del potere e l’80% della libertà; mentre l’80% deve dividersi il restante 20% di tutto. E faticare perché quel misero 20 non si riduca.

Questo lo sanno bene tutti i regimi. Siano di destra, di centro o di sinistra. Tale suddivisione ha radici tanto vecchie che l’evoluzione del pensiero e della ragione dovrebbero superare senza troppe difficoltà. Senza retrocedere troppo nella storia dell’umanità si potrebbe almeno partire dall’idea marxista per ricondurla a ciò che la storia dell’ultimo secolo ha dimostrato essere: fondamento ideologico per affamare e schiavizzare il popolo. Però non conviene a quelli di sinistra perché, torniamo all’80% gli permette di esistere senza lo sforzo di usare il cervello, mentre il 20% può dominare sulla maggioranza con poca fatica.

Non conviene alla destra, perché’ avere un nemico da combattere crea coesione nel proprio gruppo e ragione di esistere.

Intanto il 20% della sinistra, insieme a 20% della destra inscenano finte battaglie sociali. Mentre l’80% della destra e l’80% della sinistra, i peones, combattono per dividersi il famoso 20% di tutto.

E il centro che fa? Vive meglio di tutti. Fanno i pacieri, gli alternativi, quelli che si prendono i posti chiave per dominare su tutti gli altri.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...